giovedì 22 giugno 2017

GIOCARCOBALENO 2017

Bello no? Lo scenario che si è presentato agli occhi di chi ha festeggiato con noi la chiusura dell'attività stagionale della nostra Associazione è stato davvero spettacolare. Il sole che cala, la luna che fa capolino, una bellissima serata senza vento ma non eccessivamente afosa, le voci ed i sorrisi dei bambini, i volti distesi di genitori ed amici... Bello, davvero molto bello!

Si sono cimentati in una coinvolgente caccia al tesoro che ha visto impegnati grandi e piccini: coloro che hanno risposto al nostro invito a partecipare all’edizione 2017 di “Giocarcobaleno” nella zona dell’Osservatorio Astronomico si sono divertiti fino a notte inoltrata. Ieri sera si è svolto l’incontro conclusivo della nostra attività e lo abbiamo archiviato con segno decisamente positivo.
Abbiamo proposto una caccia al tesoro che ha  divertito bambini e bambine ma anche i genitori che si sono prestati non sono stati da meno: indovinelli, rebus ma anche la classica ricerca di oggetti e giochi di diverso tipo li hanno impegnati fino al calar del sole quando, una volta trovato il tesoro, ci si è trasferiti sullo spazio verde davanti all’Osservatorio per il tradizionale pic nic. A seguire, l’Associazione Alphagemini ha guidato i presenti alla scoperta delle stelle grazie all’apertura straordinaria dell’Osservatorio Astronomico.
Hanno partecipato al pomeriggio di festa anche il neo Assessore alla Cultura, Gioia Corvaro che non si è tirata indietro quando è stata coinvolta come parte attiva nell’ultima fase della caccia al tesoro, ed il Consigliere Comunale Paolo Maurizi che, pure, ha aiutato i ragazzini durante le prove.

E’ stata la degna chiusura di un periodo molto intenso e la scelta della zona dell’Osservatorio non  stata casuale. Oramai è diventata una tradizione per noi ed è sempre con piacere che vediamo la presenza di così tante famiglie che poi si fermano per l’osservazione del cielo. Ringrazio tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita dell’iniziative, i bambini e le bambine che hanno giocato con noi ma anche i genitori che si sono riscoperti bambini e si sono cimentati con le varie prove. Siamo certi che per i bambini avere accanto i propri genitori durante il gioco sia non solo un ottimo stimolo a stare insieme agli altri e a superare eventuali timidezze, ma anche un motivo in più per apprezzare il gioco come strumento espressivo che arriva dal diretto esempio dei grandi. 

Riprenderemo la nostra attività a settembre ma nel mese di luglio collaboreremo con l’organizzazione della passeggiata in bicicletta Ricordando Mattia, organizzata assieme al Comitato Festeggiamenti Bivio Cascinare Ass. Bivio Santa Croce e con Jump Team Santa Croce Bykers. Lo scorso anno abbiamo partecipato con un nostro gruppo e ci siamo aggiudicati un premio per il gruppo più numeroso: vincemmo un prosciutto che ieri sera abbiamo offerto ai presenti durante il pic nic. Quest’anno la passeggiata in bici si terrà in notturna il 30 di luglio ed invitiamo fin d’ora a partecipare con il nostro gruppo per una serata di aggregazione, divertimento e conoscenza del nostro territorio.

Con questa festa ci prendiamo anche noi un po' di riposo anche se non scompariremo del tutto. Intanto appuntamento con la passeggiata in bici poi... si vedrà! Se non altro ogni tanto faremo una capatina qui sul blog per poi riprendere a pieno ritmo nel mese di settembre!

Auguriamo a tutti una splendida estate!

mercoledì 12 aprile 2017

ADOLESCENZA: PROBLEMA O RISORSA?

Nell’ambito del progetto dei Centri Famiglia di cui la nostra Associazione è riferimento per il Comune di Sant’Elpidio a Mare, in collaborazione con l’Ambito XX e grazie alla disponibilità del Centro Giovanile di Casette d’Ete che mette gratuitamente a disposizione l’auditorium della scuola “Della Valle”, proponiamo per il 4 di maggio prossimo un incontro sul tema “Adolescenza: problema o risorsa?”.
A relazionare su un così delicato argomento sarà il Prof. Agostino Basile, Pedagogista Clinico, Responsabile Scientifico del Gruppo Nazionale di Pedagogia Preventiva e si tratta di un incontro fortemente voluto dall’Associazione Arcobaleno per offrire alle famiglie, agli educatori, agli insegnanti e a tutti coloro che hanno a che fare, nel quotidiano, con degli adolescenti, di riflettere su alcuni aspetti legati a quel periodo di vita che spesso viene considerato problematico, di passaggio tra la fanciullezza e l’età adulta.

Solitamente le nostre attività sono rivolte ad un target di utenza che va dai bambini delle scuole per l’infanzia a quelli della primaria – dice in merito il Presidente dell’Associazione, Sabrina Malvestiti – ma abbiamo percepito la necessità di offrire occasioni di riflessione anche a riferimento a ragazzini della fascia d’età delle scuole medie. Un’esigenza che è stata manifesta da diversi genitori che seguono le attività della nostra Associazione e che hanno figli in età adolescenziale. Il Prof. Basile, che abbiamo avuto occasioni di conoscere e seguire in diversi convegni che ha tenuto nel comprensorio, ci ha dato la sua disponibilità anche per gettare le basi per un confronto che potrebbe svilupparsi nel futuro, con ulteriori incontri da pianificare in base alle riflessioni che emergeranno il 4 di maggio. Lo ringraziamo per la sua disponibilità ed invitiamo a partecipare sia familiari che educatori e tutti coloro che vivono a contatto, per motivi personali o per lavoro, con adolescenti. Questo incontro rientra nell’attività che la nostra Associazione svolge come Centro Famiglia di riferimento per il territorio di Sant’Elpidio, in seno all’Ambito Sociale XX.

Appuntamento al 4 di maggio, ore 21.15, auditorium della scuola “Della Valle” di Casette d’Ete.

lunedì 27 marzo 2017

L'ORA DELLA TERRA


Anche quest’anno abbiamo aderito alla mobilitazione internazionale contro i cambiamenti climatici “Eart Hour 2017”. Quello con l’Ora della Terra è diventato un appuntamento fisso per la nostra Associazione che invita bambini e famiglie a riflettere sulla necessità di adottare comportamenti che possano dare al mondo un futuro sostenibile. Ci siamo ritrovati per un’ora – dalle 20.30 alle 21.30 – per un gesto simbolico a tutela dell’ambiente, a difesa della terra. 
Sulle note di Occidentali’s Karma, colonna sonora dell’edizione 2017, dallo spiazzale della chiesa ci si è spostati verso l'edicola sacra per poi percorrere, tutti insieme, il nuovo marciapiede di via Fonte di Mare. Davanti agli occhi un bellissimo panorama, in una serata dal clima favorevole, i bambini e le loro famiglie hanno riflettuto sui tanti comportamenti che ognuno può tenere, nel suo quotidiano, per rispettare la terra ed abbattere brutte abitudini che inquinano il pianeta. Dopo la passeggiata a lume di candela o con lanterne accese in mano, il gruppo si è trattenuto attorno ad un falò su cui sono stati bruciati dei fogliettini nei quali i bambini avevano scritto dei pensieri , delle riflessioni legate alla ricorrenza. Un gesto che ha voluto sottintendere un impegno collettivo a tenere comportamenti più rispettosi dell’ambiente, per il bene di tutti.


“Ai bambini abbiamo chiesto di farsi portavoce presso le loro famiglie – dice il Presidente dell’Associazione Sabrina Malvestiti – e li abbiamo visti attenti e riflessivi. Segno che, oltre al momento di divertimento legato al fuoco ed alla passeggiata, hanno anche accolto positivamente il nostro invito a riflettere. Si è trattato di una iniziativa semplice che, però, ci ha permesso di far trascorrere ai bambini un’ora assieme alla loro famiglia lontano dalla tv, dal divano, dalle comodità di casa in nome di un impegno per un mondo migliore. Li abbiamo voluti condurre lungo la nuova passeggiata in via Fonte di Mare per invitare le famiglie e la sciare a casa le auto, ogni tanto, per fare una passeggiata in una zona panoramica, ed ora in sicurezza, come quella su cui è stata realizzata la nuova camminata”. 

L'Ora della Terra è la grande mobilitazione globale del WWF che, partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un'ora, unisce cittadini, istituzioni e imprese in una comune volontà di dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico. È la dimostrazione che insieme si può fare una grande differenza.  

martedì 21 marzo 2017

FESTA GRANDE PER TUTTI I PAPA'

E’ stata un’esperienza tenera e commovente quella vissuta in occasione dell’iniziativa “Favole a Merenda” organizzata dall’Associazione Arcobaleno Genitori per la scuola per la Festa del papà

Come vuole la tradizione sono state proposte letture a voce alta ma, per questa speciale occasione, a dare voce alle storie è stato anche un papà con suo figlio, toccando le corde del cuore dei presenti. Storie ma non solo: come di consueto è stato proposto un laboratorio manuale nel corso del quale si è realizzato un piccolo pensiero per i papà. I bambini, aiutati dai loro genitori, hanno realizzato un porta penne a ricordo della giornata. Inoltre, hanno potuto avere una foto ricordo scattata in una speciale cornice realizzata per l’occasione dai volontari dell’Associazione.

E’ stato bello vedere papà e bambini alle prese con il laboratorio manuale dopo aver ascoltato delle belle storie sul rapporto padre-figlio e ringraziamo tutte le famiglie che hanno partecipato ed hanno scelto di passare un pomeriggio in semplicità, assieme a noi, in condivisione con i loro figli. 

 
Cosa hanno realizzato i bambini per i loro papà? Un bel porta penne... Nel prossimo post vi racconteremo come lo abbiamo fatto.

sabato 18 marzo 2017

TORNANO LE FAVOLE A MERENDA PER LA FESTA DEL PAPA'

Ci siamo.
Domani pomeriggio festeggeremo tutti i papà proponendo un pomeriggio per bambini e famiglie con le “Favole a Merenda”, presso i locali parrocchiali di Cascinare.

“Quest’anno la festa del papà cade di domenica ed abbiamo pensato di far cadere in tale giornata il nostro tradizionale appuntamento con le Favole a Merenda – dice il presidente, Sabrina Malvestiti – e proporremo letture a tema con un laboratorio che permetterà ai bambini di realizzare un dono da consegnare al loro papà. Inoltre, allestiremo una sorta di photo-box per permettere a tutti i bambini di fotografarsi, in modo simpatico, con i loro papà per avere un ulteriore ricordo della giornata”.

La nostra Associazione ha ripreso l’attività di promozione della lettura non solo con gli appuntamenti della domenica ma, grazie alla donazione di un privato (della famiglia Basili di Sant’Elpidio a Mare) ha voluto allestire una biblioteca presso l’Oratorio della Parrocchia di Cascinare.

“La famiglia Basili, che ringraziamo, ci ha messo a disposizione dei libri che altrimenti, per questioni personali, sarebbero andati distrutti – dice la Presidente - Abbiamo selezionato i testi più adatti per essere messi a disposizione dei giovani lettori che frequentano l’Oratorio. Chi vorrà potrà leggere le storie durante la presenza nei locali parrocchiali ma potrà anche prendere in prestito un libro cedendone, in cambio, un altro. Potrà poi decidere se tenerlo o se restituirlo riprendendo un altro libro. Con la donazione della famiglia Basili abbiamo iniziato un piccolo allestimento per poi arricchire la biblioteca strada facendo, con nuovi testi alcuni dei quali sono già in nostro possesso e con altri che potrebbero arrivare da chi ne avesse a disposizione e volesse contribuire all’arricchimento della biblioteca. Un piccolo gesto, questo, per lasciare ai giovani lettori libri a portata di mano, in modo che possano essere tentati a prenderli in mano e leggerli. Nell’epoca dei telefonini e dei tablet non è semplice far passare questo messaggio ma noi ci proviamo nei limiti delle nostre possibilità”.

Dopo l’appuntamento del 19 marzo l’Associazione proporrà sabato 25 un altro momento da trascorrere insieme, in occasione dell’Ora della Terra ed i cui dettagli sono in via di definizione.

venerdì 24 febbraio 2017

Realizziamo gli occhiali dei Minions (part II)

La seconda versione di occhiali per i Minions, sempre in vista del carnevale, è stata realizzata partendo da semplici vasetti di yogurt. 

OCCORRENTE
* due vasetti di yogurt
* colla a caldo
* elastico alto
* palline di polistirolo
* pupille stampate su carta
* pinzatrice e punti metallici
* vernice spray argento o grigio oppure colore acrilico grigio
* cutter
* pennarelli
* un foglio di carta leggera o carta velina colorata (o pannolenci colorato)

Per prima cosa abbiamo ritagliato il vasetto di yogurt (è indifferente se bianco o se colorato visto che, poi, quando diventerà grigio il colore sarà coprente)  ritagliarlo dell'altezza desiderata provando poi ad infilare la pallina di cui si dispone per verificare che sia del diametro giusto per contenerla.


La porzione di vasetto che si decide di utilizzare dovrà, ovviamente, essere identica per tutte e due le parti degli occhiali (una sola se si fa il monocolo). Esternamente le porzioni di vasetto vanno dipinte con colore acrilico grigio o, in alternativa, spruzzato con vernice grigia o argento. Mentre il tutto si asciuga, si procede con la pallina come già detto nel post precedente: la pallina va tagliata a metà con un cutter, va applicata la pupilla al centro. Asciugata la porzione di vasetto colorata, se si intende fare l'occhiale le due parti vanno incollate al centro per poi pinzare anche con un punto metallico in modo da essere sicuri che tenga.

Sui due lati va applicato dell'elastico alto, di quelli che si trovano agevolmente in merceria, di colore nero. Anche in questo caso l'elastico può essere fermato nella parte interna dell'occhiale con un goccio di colla a caldo e con due punti metallici. 
Si procede con il bulbo oculare come detto nel precedente post per poi infilarlo all'ineterno delle due porzioni di vasetto oramai trasformate nella montatura dell'occhiale. Per fissare per bene il bulbo è il caso di spalmare della colla a caldo (o anche colla vinilica) sulla parete interna della porzione di vasetto per poi infilare il bulbo oculare.

Ps. Se si usa il colore acrilico al posto della vernice spray bisogna attendere qualche minuto in più che asciughi visto che la vernice è un po' più rapida. 
Ecco il risultato
 

giovedì 23 febbraio 2017

Realizziamo gli occhiali dei Minions (part one)

In vista della nostra partecipazione alla festa di Carnevale in maschera, questa sera alcune mamme si sono ritrovate per fare gli occhiali dei Minions visto che sarà quello il gruppo con cui parteciperemo, grandi e piccini.


OCCORRENTE
* anelli per tende da bagno
* colla a caldo
* elastico alto
* palline di polistirolo
* pupille stampate su carta
* pinzatrice e punti metallici
* vernice spray argento o grigio
* cutter
* nastro adesivo isolante
* pennarelli
* un foglio di carta leggera o carta velina colorata (o pannolenci colorato)

Con una confezione di anelli come quella in foot abbiamo realizzato un paio di occhiali ed un monocolo.
Gli anelli vanno incollati con la colla a caldo a due a due. Per il monocolo è sufficiente accoppiarli, per gli occhiali due coppie di anelli incollati tra loro vanno a loro volta incollati al centro in modo da formare l'occhiale. Visto che la colla a caldo potrebbe non essere sufficiente, abbiamo fermato al centro l'occhiale con nastro adesivo isolante.

Una volta pronto il monocolo o l'occhiale, il tutto va spruzzato con la vernice argento o grigia. Asciuga in una decina di minuti. Intanto, dopo aver stampato delle pupille su un foglio di carta bianca, si sceglie quella (o quelle) del colore desiderato e la si ritaglia. La pallina di polistirolo va tagliata a metà in modo tale da usarne una per l'occhiale, metà per il monocolo.

Applicata la pupilla su  quello che diventa il bulbo oculare, cioè la parte arrotondata della pallina, se si vuole aggiunge la palpebra (nel nostro caso l'abbiamo fatta per l'occhio dei Minions cattivi, quelli viola) basta ritagliare un triangolino di carta colorata di viola (o di giallo se è per il Minion giallo) ed incollarla alla parte alta del bulbo oculare. In alternativa si può usare carta velina gialla o viola oppure pannolenci, sempre del colore desiderato.

A questo punto, una volta che la vernice è asciugata, ai lati degli occhiali (o del monocolo) si applica dell'elastico nero. Lo si infila lasciandone un centimetro che sporge sotto per poi incollare i lembi con la colla a caldo e poi, per sicurezza, fermare il tutto con dei punti metallici. L'operazione va ripetuta su entrambi i lati dopo aver preso la misura della testa su cui andranno indossati.
Ora si può applicare il bulbo oculare.

Nella parte interna degli anelli, oramai argentati dopo essere stati spruzzati con la vernice, va applicata un po' di colla a caldo e si incastra la mezza pallina lasciando, ovviamente, la parte arrotondata, quella con la pupilla verso l'esterno.
Il gioco è fatto.
Per evitare che si vedano i punti metallici (noi abbiamo scelto la strada più veloce) si può fissare lateralmente l'elastico con ago e filo nero.

Non si vedrà nulla! Ed ecco i nostri occhiali ed il nostro monocolo pronti per essere indossati.
 

giovedì 9 febbraio 2017

UN NUOVO ANNO DI ATTIVITA' CON TANTE IDEE IN MENTE

Avremmo dovuto festeggiare alla fine dello scorso anno i nostri 15 anni di attività ma per via di un periodo particolarmente impegnativo, terremoti e nevicate varie abbiamo rimandato ad anno nuovo. Così, ci siamo ritrovati per festeggiare un importante traguardo raggiunto che, però, non vuole essere un punto di arrivo ma un punto fermo da cui ripartire verso il futuro con tante idee, alcune consolidate alcune nuove, ben chiare in mente.

La ricorrenza è stata utile anche per stilare un bilancio dell’attività svolta, con soddisfazione, accanto alle famiglie ed ai bambini del territorio.

“Negli ultimi anni abbiamo avuto un crescendo di partecipazione da parte delle famiglie alle nostre iniziative – dice il presidente in carica, Sabrina Malvestiti – segno che si sta lavorando bene. L’ultima in ordine di tempo è stata la bellissima esperienza del Natale, con tantissimi bambini e famiglie che hanno partecipato alle nostre iniziative al Giardino di Babbo Natale donandoci il vero senso del periodo natalizio: la loro meraviglia, le loro aspettative, i loro sogni sono stati, per noi, una vera gioia. Ora siamo al lavoro per i prossimi appuntamenti ed abbiamo preparato una bozza di programma che ci vedrà impegnati sia con gli appuntenti de Le Favole a Merenda, che oramai sono diventati una tradizione, ma anche con altro in via di definizione. Ringrazio tutti coloro che ci sostengono e che partecipano alle nostre iniziative, ringrazio il direttivo, le persone che più attivamente partecipaziono sul fronte organizzativo e ringrazio anche il direttivo che ci ha preceduto così come il precedente Presidente, Sandro Birilli. Dalla fondazione dell’Associazione è ancora con noi nel segno della continuità e della collaborazione e lo ringrazio per avere avuto l’idea di creare una realtà che sta diventando punto di riferimento per tante famiglie”.

Complimenti a tutto il nuovo gruppo dirigente per tutte le iniziative che promuove – aggiunge l’ex Presidente, Sandro Birilli – e complimenti soprattutto per aver mantenuto lo spirito propositivo che ha sempre contraddistinto l'associazione Arcobaleno. Spirito mosso principalmente dal piacere di stare insieme e condividere gioie e preoccupazioni date dal mestiere più difficile del mondo: il genitore”.

Anche quest’anno a nostra Associazione sarà punto di riferimento per il territorio di Sant’Elpidio a Mare per il progetto d’ambito dei Centri Famiglia in quanto associazione che propone attività alle famiglie indirizzate sia sul fronte ludico che con incontri tematici in via di definizione.

Dopo la performance alla scuola per l’infanzia di Castellano in occasione della festa dei nonni, il primo appuntamento in ordine di tempo è quello con il Carnevale.

“Gli appuntamenti, per noi, a dire il vero sono due: domenica prossima proporremo Le Favole a Merenda alla Locanda dei Matteri di Bivio Cascinare. Alcune mamme dell’Associazione proporranno delle scenette dal sapore carnevalesco ed i bambini saranno, poi, ospitati in cucina dalla chef Barbara Settembri che insegnerà loro come si preparano le frittelle – aggiunge il Presidente Malvestiti – Inoltre, abbiamo deciso di partecipare al Carnevale Elpidiense (e questo è il secondo appuntamento di febbraio) che si terrà in Centro domenica 26 e confidiamo nella partecipazione di grandi e piccini – aggiunge il Presidente – con l’unico obiettivo di trascorrere insieme una giornata di divertimento, in condivisione con le altre realtà del territorio”. 

Ps. nel periodo natalizio non abbiamo dato conto, qui sul blog, delle tante iniziative proposte. E' stato un periodo molto intenso e bellissimo per tutti noi anche se faticoso. Chi volesse rendersi conto di quanto fatto può sempre seguirci sul nostro profilo Facebook dove abbiamo raccontato, anche con immagini, tutta la nostra attività.